15 dicembre 2018 - 15 gennaio 2019

Veroli (FR)

 

 

 

 

 

Con la partecipazione speciale di Josè Van Roy Dalì (presidente onorario della Giuria) 

Josè Van Roy Dalì è un artista eclettico come il padre. Josè nasce il 17 febbraio 1940 a Perpignan in Francia. Figlio di Salvador Dalì Domenech, illustre pittore surrealista e della modella e artista russa Elena Deluvina Diakonov soprannominata ''Gala'', oggi si racconta. "Sono stato un bambino che si è divertito molto e in quanto bambino - ho capito dopo anni la grandezza di Salvador Dalì - consideravo mio padre un compagno di giochi, un punto di riferimento. I miei genitori, continuamente impegnati in viaggi e spostamenti per il mondo a causa della loro attività artistica, decisero di affidarmi ad una famiglia italiana che mi allevò come un figlio", racconta Josè Van Roy Dalì nella sua casa museo a RomaSalvador Dalì, uomo di spirito goliardico nella vita come nell'arte, amava scherzare molto. "Una volta, quando ero piccolo, si finse morto. Così cercai di sfilargli l'orologio d'oro che aveva al polso per vedere se  fingeva. All'improvviso sbarrò gli occhi e capì che era uno dei suoi scherzi - e ancora -.  Entrava nella mia stanza, mentre dormivo, mi svegliava all'improvviso lo scorgevo che teneva una candela accesa sotto il suo volto. Sosteneva di essere il demonio, ma le corna invece di averle in testa erano i suoi baffi". Josè Van Roy Dalì nonostante la forte dote artistica ereditata dal padre, la passione per gli stessi soggetti pittorici, le performances e l'amore per l'arte in tutte le sue forme ha scelto di anteporre la sua vita privata a quella professionale. Fa arte per il piacere di farlo, perchè fa parte di lui. "Una vita piena mio padre mi insegnava ad osservare le cose, per sviluppare la fantasia, il modo di vedere il mondo circostante con occhi diversi - continua Josè Van Roy Dalì - l'arte tutti la cercano, ma nessuno sa cos'è, altrimenti sarebbe cosa da tutti". Il Surrealismo, la vita di suo padre, hanno permesso a Josè Van Roy Dalì, di comprendere che l'arte ti cambia la vita, può essere eterna e fa parte di te.Ultimo progetto del Maestro è il Premio Josè Dalì Art, in collaborazione con l'Art Manager Luciano Costantini, Direttore dell'Accademia delle Arti e della Galleria SEAC.

 

Con la partecipazione speciale di Stefano Coletta (componente della Giuria) 

Nato Roma8 marzo 1965, è un dirigente d'azienda italiana, attuale direttore di Rai 3 dal 27 luglio 2017. Ha iniziato la sua carriera in Rai nel settembre del 1991 come redattore e conduttore di programmi radiofonici (Radiodue 3131) e televisivi (su Rai 1 e Rai 3). Tra il 1997 e il 2007 è stato autore e successivamente capo progetto di programmi di prima e seconda serata (Mi manda RaitreTatamiAmore criminale) e di day time (Cominciamo beneRacconti di vita). Nel 2008 è stato nominato responsabile del Nucleo Produttivo di Programmi di servizio sociale, contribuendo all'innovazione di diversi programmi TV sotto la sua supervisione quali, tra gli altri, Chi l’ha visto?. Da febbraio 2013 era vicedirettore di Rai 3 con delega al Palinsesto e Marketing. Dal 27 luglio 2017 viene nominato nuovo direttore di Rai 3.

Sponsor

      Archivio storico del Premio Art-e

       

 

 

Giuria del Premio

 

      Ennio MORRICONE  (Presidente onorario)

      Orietta MANENTE (Soprano)

      Massimo ROSSI RUBEN (Critico d’Arte)

      Salvatore CUCCURULLO  (Dirigente scolastico)

      Luigi SPAZIANI  (Delegato prov. alla cultura del FAI)

 

 

 

 

 

Collaboratori

 

Roberto Castellucci (Pubbliche relazioni)

Matteo Campoli (logistica)

 

 

 

Collaboratori (Spettacoli)

 

 

Orietta Manente e Luigi Mastracci (MusicArte)

Nicola Masotti, Luigi Mastracci , Monia Lauroni (Famiglia:variazioni sul tema)

 

 

  

Premio   Art-e

 

 

è una manifestazione che intende adempiere alla funzione di attrattore sul territorio Italiano per una ben individuata compagine di talenti e personalità artistiche – nazionali ed estere – che si sono distinte nel campo dell’arte e della creatività, attraverso eventi, che interesseranno di volta in volta varie città Italiane.

 

              COMUNICATI STAMPA

 

 

 

 

 

 

 

_________________________________________________________________________________________________

 

 

 

COMUNICATO STAMPA  20-11-2017

 

Premio Art-e 2017

 

 

Evento: Premio Art-e 2017 , contest di Arte visiva contemporanea con la Direzione Artistica di Luciano Costantini e con la consulenza di Massimo Rossi Ruben.


 

Luogo: Veroli (FR)

Sito webwww.premioart-e.it

Inaugurazione:  Sabato,  9 dicembre   2017, h 15:00 Hotel Relais Filonardi  -  VEROLI (FR)

Durata della mostra: dal 9 dicembre 2017 al 8 gennaio 2018.

Orario d’apertura:  10:00 -12:00 / 16:00 - 18:00 (sabato, domenica).

Curatore mostra : SEAC - Spazio Espositivo Arte Contemporanea

Pubbliche relazioni: Roberto Castellucci 

 

 

Con l'edizione 2017 il Premio Art-e ripropone l'apprezzato e consolidato  format che pone su un piano orizzontale la lettura dell'Arte contemporanea.

 

L'Arte nei suoi primi stadi embrionali, quella accademica e quella che rappresenta il contemporaneo tramite gli Artisti professionisti. La prima fase quest'anno viene rappresentata da vari lavori realizzati dagli studenti delle scuole del comune di VEROLI (città d'Arte), con il contest DIPINGI VEROLI. I ragazzi sono stati chiamati a raccontare il loro paese tramite fotografie, disegni e dipinti. La seconda fase  viene ben rappresentata dagli studenti meritoriamente segnalati dall'Accademia di Belle Arti di Napoli, alla quale passa il testimone quella di Frosinone, che si è distinta nell'edizione del 2016. In questo caso gli studenti fortificati dalla tecnica e dalla formazione accademica pongono alla vista nuovi ed interessanti orizzonti.
Infine la terza fase viene rappresentata dagli Artisti professionisti iscritti al contest e dagli  Artisti professionisti  partecipanti fuori concorso. In questa edizione la selezione ha attratto Artisti ed  opere provenienti ovviamente da molte parti d'Italia (Lazio, Umbria, Sicilia, Lombardia, Toscana...) , ma anche dal resto del Mondo (Canada, Messico, Australia, Bulgaria, Francia ).Una mappa artistica che si estende dall'Italia ed abbraccia gran parte del mondo. Molto importante inoltre la collaborazione instaurata con il FAI (Fondo Ambiente Italiano), che mette in risalto la vocazione socio-culturale del Premio Art-e.

 

 

Gran parte delle opere saranno visibili nelle storiche sale del Chiostro di S. Agostino di VEROLI, divise in varie sezioni tematiche:


 

1 - Sezione tematica : CONTEST

 

La sezione  “CONTEST" raccoglie tutti gli  Artisti  che si sono iscritti al Premio Art-e  per partecipare al contest.

 

 

2 - Sezione tematica: THE BEST OF SEAC

 

 

La sezione speciale “THE BEST OF SEAC” raccoglie una selezione di Artisti  (fuori concorso) della Galleria SEAC, ritenuti meritevoli per progettualità è qualità della loro produzione artistica.

 

 

3 - Sezione tematica: progetto ODA (Opera di arredo)

 

Il progetto ODA (Opera di Arredo) si basa  su  piccole opere 40x40 (fuori concorso)  realizzate dagli Artisti del SEAC.  Piccole  dimensioni, personalizzazione della cornice e del supporto, prezzo accessibile, alta qualità, sono i punti di forza di queste opere. 

 

 

4 - Sezione tematica : I VINCITORI DEL PREMIO ART-E 2016

 

La sezione speciale “I VINCITORI DEL PREMIO ART-E 2016”  raccoglie una selezione di  opere degli  Artisti vincitori (2016).

Le  opere sono state utilizzate per  una serie di mostre (promozionali) che si sono svolte in Italia (Cava de’ Tirreni, Roma, Benevento, Veroli)

Con EVENTO COLLATERALE,  “THE RED LINE PROJECT” di LUCIANO COSTANTINI.

 

 

 

5- Sezione tematica : DIPINGI VEROLI 

 

La sezione speciale “DIPINGI VEROLI”  raccoglie una selezione di  opere degli  studenti  delle scuole di Veroli, incardinate sulle sue bellezze architettoniche/naturalistiche.

 

 

 

Al palazzo FILONARDI saranno esposte le opere delle seguenti sezioni tematiche:

 

 

1- Sezione tematica : ARTE & MODA

 

La sezione speciale “ARTE & MODA”  raccoglie una selezione di  opere incardinate sulle interazioni tra l'Arte visiva e la Moda.

 

 

Luciano COSTANTINI

Direttore Artistico

Premio Art-e 


 


 

 

 

 

 

 

_________________________________________________________________________________________________

 

 

 

COMUNICATO STAMPA 12-12-2017

 

Premio Art-e 2017

 

 

Evento: Premio Art-e 2017 , contest di Arte visiva contemporanea con la Direzione Artistica di Luciano Costantini e con la consulenza di Massimo Rossi Ruben.


 

Luogo: Veroli (FR)

Sito webwww.premioart-e.it

Inaugurazione:  Sabato,  9 dicembre   2017, h 15:00 Hotel Relais Filonardi  -  VEROLI (FR)

Durata della mostra: dal 9 dicembre 2017 al 8 gennaio 2018.

Orario d’apertura:  10:00 -12:00 / 16:00 - 18:00 (sabato, domenica).

Curatore mostra : SEAC - Spazio Espositivo Arte Contemporanea

Pubbliche relazioni: Roberto Castellucci 

 

 

Sabato 9 Dicembre , nella suggestiva cornice dell'Antico Palazzo Filonardi di Veroli, si è tenuta la cerimonia di proclamazione dei vincitori della seconda edizione del Premio Art-e, il contest  ideato da Luciano Costantini finalizzato alla ricerca e alla diffusione delle arti visive contemporanee. La rassegna ha vantato il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Frosinone del Comune di Veroli e del FAI (Fondo Ambiente Italiano), inoltre hanno partecipato gli  studenti segnalati  dall 'Accademia di Belle Arti di Napoli.

Difficile e complesso il compito della Giuria - composta dal Maestro Ennio MORRICONE, quale Presidente onorario, da Orietta MANENTE (soprano) , da Massimo ROSSI RUBEN (Critico d’Arte), da Salvatore CUCCURULLO  (Dirigente scolastico), da Luigi SPAZIANI (delegato provinciale alla cultura del FAI) - che ha deliberato dopo aver compiuto una accurata visita delle sale espositive del Chiostro di S. Agostino  in ragione della presenza in mostra di numerose opere meritevoli del podio. La Giuria ha infine individuato un vincitore per ciascuna delle  "Sezioni" del Premio ma ha inteso  tributare specifici riconoscimenti e menzioni speciali per determinati artisti particolarmente meritevoli. Ecco i vincitori delle tre Sezioni: 


 

    -  Stefano FINELLI  per la "Pittura", con l’opera dal titolo “Ri-flessi” – artista segnalato dall’Accademia di 

        Belle Arti di Napoli;


    - Barbara BERTONCELLI  per la "Fotografia", con un ensemble di 4 opere, “Leggerezza”, “Natura morta in

       blu”,  “Natura morta in verde”, “Natura morta l’occhio” ; 

 

    - Emanuele STAGLIANO  per la "Scultura/Installazione", con l’opera dal titolo “Come pelle che si avvolge”-

 

      Artista segnalato dall’Accademia di Belle Arti di Napoli;

 

 

Altri Artisti hanno avuto delle menzioni speciali:

 

  • Daniela FOSCHI “Pittura” con l’opera dal titolo “Dinamismi e vibrazioni in contrasto”;
  • Maurizo IAZEOLLA “Fotografia” con l’opera dal titolo “ Piazza Navona b/n”;
  • Francesco DI MEOLA  “Scultura/Installazione, con l’opera dal titolo “Geometrie di luce”.

 

Per quanto riguarda la sezione speciale riservata al contest DIPINGI VEROLI, ecco i vincitori:

  • Anna MAGNANTE , in rappresentanza della Scuola Media G. MAZZINI di Veroli, con l’opera dal titolo “Rosone”;
  • Gabriele NOBILI, in rappresentanza del Liceo G. SULPICIO di Veroli, con l’opera dal titolo “Segni del tempo”

               

 

Altri studenti hanno avuto delle menzioni speciali:

  • Matteo SCACCIA, Denny SANTUCCI, Denny STIRPE, in rappresentanza della Scuola G. MAZZINI di Veroli, con l’opera “S. Erasmo”;
  • Gabriele ROCCHI, in rappresentanza del Liceo G. SULPICIO di Veroli, con l’opera dal titolo “Il portone”

                                                                                                          

 

l Premi, per i 3 primi classificati, consisteranno in due  mostre in due città italiane (Milano, Roma)  nonché nell’attività di tutoraggio da parte di critici d’arte e galleristi per l'intera programmazione culturale 2018, inoltre saranno coinvolti anche gli Artisti con "menzione speciale" con l'opera oggetto della menzione.

 

Assolutamente positivo, in termini di riscontro di pubblico e di critica, il Premio Art-e edizione 2017, la cui eco, efficacemente veicolata attraverso i media, ha condotto  nella cittadina ernica un considerevole flusso di turisti e visitatori, contribuendo a promuoverne i percorsi eno-gastronomici ed il patrimonio storico-artistico sul territorio.

Le opere partecipanti al contest verranno raccolte in un catalogo  in versione digitale con testi critici di approfondimento a cura della Giuria di qualità del Premio. 

 

 

GLI ARTISTI DEL PREMIO   

 

ALESSANDRO BATTISTINI

ALESSIA ZOLFO

ANDREA FERRARI

ANGELO PALLADINO

ANTONIO RICCI

BARBARA BERTONCELLI

CESARE GARUTI

CLAUDIO GIULIANELLI

DANIELA FOSCHI

DAVID BACCI

  DIANA KIROVA   

MOEL team

ELVIRA PANNO

EMANUELE STAGLIANO

FRANCESCO DI MEOLA

FRANCO CROCCO

GERARDO LA PORTA

GIUSEPPE OLIVA

GIUSEPPE PIZZARDI

GUIKNI RIVERA

IVANO PETRUCCI

JAM

JOSEFINA TEMIN

LEONARDO PAPPONE

LUCA CIACCIA

LUCIA D’ALEO

LUISA VALERIANI

MARCO PERNA

MARIA GRAZIA INNOCENTI

MARIO PALLADINI

MASSIMILIANO MASCOLINI

MAURIZIO IAZEOLLA

PAOLA ZANNONI

PAOLO MASSIMO RUGGERI 

 PATRIZIA SIMONETTI

PIERO SANI

SILVIA SBARDELLA

STEFANO FINELLI

VERONICA TROMBETTA

 

 

I VINCITORI DEL 2016

 

ANGELO GIORDANO

MASSIMO GIORGI

RAFFAELE BATTISTA

 

EVENTO COLLATERALE

“THE RED LINE PROJECT”

 

LUCIANO COSTANTINI

 

 

EVENTO COLLATERALE

"DIPINGI VEROLI"

 

Opere degli studenti delle scuole di VEROLI

 

 

 

 

 

Stralcio dell'articolo giornalistico pubblicato sul quotidiano "LA PROVINCIA" del 12-12-2017 di Monia Lauroni

 

 

La bellezza salverà il mondo? Formuliamo questa domanda perché interrogarsi, dopo la giornata vissuta il 9 dicembre presso l'Hotel Relais Filonardi a Veroli, sembra la scelta più consona alla condizione di meraviglia stimolata durante l'inaugurazione del Premio Art-e 2017 ideato dall'Art Manager Luciano Costantini. Dal primo pomeriggio nei prestigiosi spazi dell'hotel verolano si sono esibiti artisti, critici d'arte, personaggi noti e cultori del bello che hanno incantato il numeroso pubblico presente con spettacoli ed interventi di altissimo livello artistico e culturale. Filo conduttore sempre l'arte visiva , (pittura, scultura, fotografia, installazioni ) ha abbracciato sapientemente la musica con un'apertura di tutto rispetto: la famosa  soprano Orietta Manente, accompagnata al pianoforte dal pianista verolano Luigi Mastracci, ha emozionato i presenti con due arie di Giacomo Puccini tratte da "La Boheme e da "La Tosca". Sospinti senza sosta i confini dell'arte, si è passati allo spettacolo musical poetico sui temi della famiglia. La voce avvolgente e importante dell'attore Nicola Masotti si è plasmata alla perfezione con le note del pianoforte di Luigi Mastracci, guidato più dalla potenza emotiva che dalle sue stesse valenti mani. Dopo i saluti dell'assessore alla Cultura Cristina Verro, la manifestazione presentata da Massimo Rossi Ruben si è articolata come un racconto attraverso i pregevoli interventi del Dirigente scolastico di veroli Salvatore Cuccurullo, l'editore Massimiliano Mancini, il delegato provinciale FAI Luigi Spaziani, il Presidente della "Fondazione Mastroianni" Andrea Chetini, il PR Roberto Castellucci e l'atteso Luciano Costantini che ha discorso sul tema delle gallerie d'arte come mezzo d'indagine sull'arte contemporanea. 
Intensa ed interessante l' intervista telefonica in esclusiva per il Premio Art-e, rilasciata dal Maestro Ennio MORRICONE , che incalzato dalle domande di Roberto Castellucci, ha rivelato il suo approccio circa la creazione delle sue  composizioni musicali.
L' intervista diffusa all' interno della sala del FILONARDI ha tenuto con il fiato sospeso tutti i presenti.
 

 

info: Accademia delle Arti 

Piazza Plebiscito , 6 – 03029 Veroli (FR)

email – academiaveroli@gmail.com

www.accademia-dellearti.it

 

 

 

 

 

 

 

_________________________________________________________________________________________________

 

 

                  RASSEGNA STAMPA

Articolo 02-12-2017 "LA PROVINCIA" - di Monia LAURONI

 

 

CULTURA COME SPERIMENTAZIONE

 


Siamo abituati a pensare a una mostra d'arte come ad un progetto chiuso e definito, dove un soggetto (il curatore o promotore) si assume il compito di scegliere a priori uno o più artisti, di individuare un tema e di creare, così, un organismo fatto e finito, pronto ad essere esibito, con una discreta sicurezza sul risultato, al pubblico. Quando, però, si esce dalle piste tracciate e ci si spinge sul terreno delle sperimentazioni culturali, i risultati possono essere sorprendenti: è l'esperienza di Premio Art-e, un evento sociale più che espositivo e un contest che capovolge le consuete modalità organizzative. 

L'obiettivo non è la sintesi, ma l'espansione. Così il 9 Dicembre, nell'elegante Hotel Relais Filonardi, il Direttore artistico ed ideatore del premio Art-e, Luciano Costantini, - fondatore dell'associazione Accademia delle Arti - inaugurerà dalle ore 15.00 con l'apertura delle sale espositive, il concorso artistico.  In questa edizione la selezione ha attratto Artisti ed  opere provenienti non solo da molte parti d'Italia (Lazio, Umbria, Sicilia, Lombardia, Toscana...), ma anche dal resto del Mondo (Canada, Messico, Australia, Bulgaria, Francia). Coinvolti anche gli alunni delle scuole di Veroli nella sezione speciale “Dipingi Veroli” che raccoglierà una selezione di  oltre 50 opere degli  studenti  incardinate sulle bellezze architettoniche e naturalistiche del bel paese ernico, che saranno messe in vendita per acquistare strumenti per i laboratori scientifici delle scuole partecipanti. Addetto alle pubbliche relazioni del Premio Art-e è Roberto Castellucci. Una sfilza di nomi importanti e noti si avvicenderanno, ognuno per la propria specializzazione, ai microfoni nella giornata del 9 dicembre: l'editore Massimiliano Mancini, il delegato provinciale FAI Luigi Spaziani, Salvo Iavarone per la Federazione "Italia che vola", Andrea Chietini Presidente della Fondazione Umberto Mastroianni, Corrado Collati Presidente FVE  (Federazione Veicoli d'Epoca), Massimo Rossi Ruben saggista e Critico d'Arte, Simone Cretaro Sindaco di Veroli e Cristina Verro Assessore alla cultura, Gianluca Scaccia Presidente della Pro loco Locale ed il dirigente scolastico Salvatore Cuccurullo. Spicca fra tutti il nome di Ennio Morricone, Presidente onorario di giuria che sarà presente con un'intervista esclusiva rilasciata telefonicamente. L'arte sfocerà nella musica con l'esibizione della virtuosa soprano Orietta Manente, accompagnata dal pianista Luigi Mastracci. Seguirà lo spettacolo  teatrale "Famiglia:variazioni sul tema" a cura dell'attore Nicola Masotti e delle stesso pianista Luigi Mastracci, con parte dei testi scritti da Monia Lauroni. L'evento è patrocinato dal Comune di veroli, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Frosinone, dal FAI Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con la Pro Loco di veroli, l'Accademia di belle Arti di Napoli nella veste di "segnalatrice" di artisti talentuosi  e l'Istituto Comprensivo Veroli Primo. Dopo l'inaugurazione del 9 Dicembre per la  presentazione e l'assegnazione del Premio 2017 la mostra rimarrà aperta fino al successivo 16 Dicembre, con apertura al pubblico dalle ore 10:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle ore 19:30. Gran parte delle opere saranno visibili nelle storiche sale del Chiostro di S. Agostino. In tutto questo Bernard Berenson avrebbe ritrovato gli amati verdi intrisi di ocra bionda,  le luci intime di certi interni nascosti, la paziente minuzia della foglia sui rami e l'umile chinarsi delle ombre nel mistero sconfinato dell'arte ed avrebbe teso la mano a chi tutto questo lo ha ideato, seguito e diretto: l'Art Manager Luciano Costantini.

 


Monia Lauroni

 

Articolo 12-12-2017 "LA PROVINCIA" - di Monia LAURONI

 

 

 

LA BELLEZZA SALVERÀ IL MONDO ? CERTO CHE SI

 


La bellezza salverà il mondo? Formuliamo questa domanda perché interrogarsi, dopo la giornata vissuta il 9 dicembre presso l'Hotel Relais Filonardi a Veroli, sembra la scelta più consona alla condizione di meraviglia stimolata durante l'inaugurazione del Premio Art-e 2017 ideato dall'Art Manager Luciano Costantini. Dal primo pomeriggio nei prestigiosi spazi dell'hotel verolano si sono esibiti artisti, critici d'arte, personaggi noti e cultori del bello che hanno incantato il numeroso pubblico presente con spettacoli ed interventi di altissimo livello artistico e culturale. Filo conduttore sempre l'arte visiva , (pittura, scultura, fotografia, installazioni ) ha abbracciato sapientemente la musica con un'apertura di tutto rispetto: la famosa  soprano Orietta Manente, accompagnata al pianoforte dal pianista verolano Luigi Mastracci, ha emozionato i presenti con due arie di Giacomo Puccini tratte da "La Boheme e da "La Tosca". Sospinti senza sosta i confini dell'arte, si è passati allo spettacolo musical poetico sui temi della famiglia. La voce avvolgente e importante dell'attore Nicola Masotti si è plasmata alla perfezione con le note del pianoforte di Luigi Mastracci, guidato più dalla potenza emotiva che dalle sue stesse valenti mani. Dopo i saluti dell'assessore alla Cultura Cristina Verro, la manifestazione presentata da Massimo Rossi Ruben si è articolata come un racconto attraverso i pregevoli interventi del Dirigente scolastico di veroli Salvatore Cuccurullo, l'editore Massimiliano Mancini, il delegato provinciale FAI Luigi Spaziani, il Presidente della "Fondazione Mastroianni" Andrea Chetini, il PR Roberto Castellucci e l'atteso Luciano Costantini che ha discorso sul tema delle gallerie d'arte come mezzo d'indagine sull'arte contemporanea. 
Intensa ed interessante l' intervista telefonica in esclusiva per il Premio Art-e, rilasciata dal Maestro Ennio MORRICONE , che incalzato dalle domande di Roberto Castellucci, ha rivelato il suo approccio circa la creazione delle sue  composizioni musicali.
L' intervista diffusa all' interno della sala del FILONARDI ha tenuto con il fiato sospeso tutti i presenti.
Intanto l'attesa saliva negli artisti in gara. Loro i protagonisti e le loro opere a comporre una mappa del presente, fragile come un castello di carte, ma non per questo meno ambizioso.Opere che si collocano oltre le categorizzazioni estetiche e di genere inserendosi in una geografia concettuale che si costruisce e si disfa secondo la forza delle interpretazioni. Difficile compito per la giuria arrivare ad un "verdetto", ma per quanto compito impietoso era da decidere: Sezione Pittura Vincitore Stefano Finelli 

"Ri-flessi". Menzione speciale Daniela Foschi "Dinamismi e vibrazioni in contrasto". 

Sezione Scultura e Installazione Vincitore Emanuele Stagliano "Come pelle che si avvolge"

Accademia belle arti di Napoli. Menzione speciale Francesco Di Meola "Geometrie di luce" Accademia belle arti di Napoli. 

Sezione fotografia Vincitore Barbara Bertoncelli, Ensemble (4 opere presentate per il contest). Menzione speciale Maurizio iazeolla "Piazza Navona b/n". 

Dipingi Veroli Sez. Scuola Media "G. Mazzini"  Vincitore Anna Magnante Scuola Media Giuseppe Mazzini  - Istituto comprensivo Primo Veroli.  Menzione speciale tre studenti della 3ª C: Matteo Scaccia, Denny Santucci, Denny Stirpe. Dipingi Veroli Sez. Liceo Sulpicio Vincitore Gabriele Nobili. Menzione speciale Gabriele  Rocchi. 

Per le opere fuori concorso menzione Speciale a Silvia Sbardella per le installazioni ambientali. 

Fondamentali in questo percorso gli  sponsor:Banca Popolare del Cassinate, Hotel Relais Filonardi, Audio Master Service, Casa Musicale Vicini. Le opere resteranno esposte nel Chiostro di Sant'Agostino fino all'8 gennaio 2018. Grande evento ideato e diretto dall'Art Manager Luciano Costantini. Grande partecipazione, grandi emozioni, sensazioni e sogni, nuovi rituali che pongono in dialogo il patrimonio culturale dal quale si può estrarre linfa. La bellezza forse non salverà il mondo, ma lo renderà di sicuro un posto migliore. 

 

Monia Lauroni

                      PREMIO PITTURA

                     STEFANO FINELLI

  

 

Stefano Finelli nasce a Bülach(CH)  da una famiglia italiana, nel 1991. Frequenta le scuole svizzere, avendo pertanto la possibilità di entrare in contatto con varie culture che avranno grande importanza anche nella sua vita successiva. Nel 2006 si trasferisce in Italia, e precisamente a Colle Sannita(BN): questo cambiamento, al di là delle prime difficoltà linguistiche, gli dà l’opportunità di ritrovare le proprie radici e la propria identità culturale. Frequenta così il Liceo Classico P. Giannone, a San Marco dei Cavoti(BN),  e successivamente l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Seguendo una strada che l’ha conquistato sin da piccolo,  nel marzo 2017 si diploma in Scenografia e si iscrive al Corso Magistrale di Pittura. Al contempo l’incontro con il Maestro Mascolini, presso il suo atelier in S.Giorgio del Sannio(BN), gli da la possibilità di apprendere tecniche pittoriche sia classiche che contemporanee, adottando parallelamente una pittura libera e spontanea. La grande sapienza coloristica presente nelle opere del Maestro influenza in questo periodo non poco le stesse opere di Finelli. La sua attuale attività di ricerca si concentra sulla sperimentazione linguistica, intendendo con ciò la possibilità astrarre il reale per veicolare un messaggio più puro e diretto. 

 

Stefano FINELLI - Ri- flessi
Menzione speciale per Daniela FOSCHI - Dinamismi e vibrazioni in contrasto

                PREMIO FOTOGRAFIA

              BARBARA BERTONCELLI

 

 

Nasco a marzo del 1972 e vivo a S.Cesario in provincia di Modena. Fin da bambina mi piaceva filtrare lo spazio del mondo attraverso l’obiettivo, fotografavo le nuvole e le loro trasformazioni nel cielo. Oggi, anche per distorsione professionale, sono psichiatra, sono incuriosita dall’essere umano nelle sue molteplici sfaccettature interiori ed esteriori, che osservo con incanto e disincanto da molteplici punti di vista interiori ed esteriori. Ho continuato a dedicarmi con passione alla fotografia, scoprendo come guardo la realtà con i miei occhi. Mi piace di cogliere la spontaneità delle persone e delle cose negli istanti delle loro pose naturali, composte o scomposte, per coglierne l’essenza intima. Cerco di astrarre dalla natura, dall’arte, dall’architettura, dalle luci, dalle forme immagini che si confondano a colpo d’occhio con qualcosa di diverso dalla fotografia, talora con un’opera realizzata col pennello. L’elaborazione delle immagini, che a volte faccio, si limita a contrasti e rilievi di colore realizzati direttamente ed esclusivamente e dalla macchina fotografica. Per ora, e non mi sembra di voler cambiare idea, non conosco e non voglio imparare l’uso di programmi di elaborazione fotografica al computer. Non sono una fotografa, farei un torto ai professionisti della fotografia a definirmi tale, ma uso lo strumento fotografico per cogliere un attimo unico ed irripetibile della realtà per farne quadri. E proprio perché amo i quadri e la loro unicità, scelgo, nella maggior parte dei casi, di una fotografia di farne un’unica stampa.

 

 

Barbara BERTONCELLI - Natura morta in blu
Menzione speciale per Maurizio IAZEOLLA - Piazza Navona b/n

 PREMIO SCULTURA/INSTALLAZIONE

            EMANUELE STAGLIANO

  

Emanuele Stagliano nasce a Napoli nel Settembre del 1992. Oltre all'arte scultorea, grazie agli insegnamenti del nonno materno (capostipite della Fonderia Artistica Arena), Emanuele ha appreso l'arte di fonderia imparando quindi l'antica tecnica della fusione a cera persa utilizzata dal maestro Benvenuto Cellini per la realizzazione del Perseo. Grazie a questa sua esperienza lavorativa (che continua ancora oggi) egli ha appreso l'arte del bronzo, materiale prediletto per le sue opere. Finiti gli studi superiori nell'anno 2011, ha iniziato a modellare sculture classiche iniziando così a respirare le prime critiche e i primi apprezzamenti sentendosi già partecipe di quel mondo tanto sognato. Tante sono state le esperienze lavorative che hanno fatto maturare il giovane artista professionalmente.

Tra le esperienze di maggior rilievo vi è sicuramente il lavoro monumentale raffigurante il re "Arechi II" presso la Provincia di Benevento, opera progettata dal Maestro Mario Ferrante e modellata dallo stesso insieme ad alcuni collaboratori tra cui Emanuele, il quale ha dato un valido contributo alla realizzazione dell'opera.

Sperimenta sempre nuovi modi per avviare una relazione diretta con la realtà naturale che ci circonda avendo cura di attuare tecniche consuete della scultura in modo del tutto innovativo, immortalando nelle proprie opere il concetto, tutto contemporaneo, del tempo basato fondamentalmente sul ricordo registrato in maniera permanente dall'impronta, generatrice della scultura. Instancabile sperimentatore, continua la sua formazione artistica presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli dove frequenta attualmente il corso di scultura di II° livello.

 

 

Emanuele STAGLIANO - Come pelle che si avvolge
Menzione speciale per Francesco DI MEOLA - Geometrie di luce

              PREMIO DIPINGI VEROLI

            SCUOLA MEDIA G. MAZZINI

                    ANNA MAGNANTE

Anna MAGNANTE - Rosone
Matteo SCACCIA, Denny SANTUCCI, Denny STIRPE - S. Erasmo

             PREMIO DIPINGI VEROLI 

                  LICEO G. SULPICO

                    GABRIELE NOBILI

Gabriele NOBILI - I segni del tempo
Menzione speciale per Gabriele ROCCHI - Il Portone

MENZIONE SPECIALE (fuori concorso)

Menzione speciale (fuori concorso) per Silvia SBARDELLA - varie installazioni ambientali

    LA PREMIAZIONE DEL 09-12-2017

La premiazione di Art-e 2017, da sx : Salvatore CUCCURULLO, Massimo ROSSI RUBEN, Luciano COSTANTINI, Francesco DI MEOLA, Emanuele STAGLIANO, Luigi SPAZIANI, Barbara BERTONCELLI, Stefano FINELLI, Roberto CASTELLUCCI, Daniela FOSCHI
La premiazione del contest DIPINGI VEROLI 2017
Luigi MASTRACCI (Maestro pianoforte)
Orietta MANENTE (Soprano Accademia Nazionale S. Cecilia)
Da sx: Massimo Rossi Ruben (consulente del Premio Art-e, e componente della giuria) - Luciano Costantini (Direttore Artistico)
Nicola MASOTTI (Attore)
Andrea CHIETINI (Presidente Fondazione "MASTROIANNI")
Palazzo FILONARDI - MOEL TEAM - Monica PAVIA e Elio VOLPARI
Chiostro di S. Agostino - prima dell'apertura
Chiostro di S. Agostino - prima dell'apertura
Chiostro di S. Agostino - prima dell'apertura
Chiostro di S. Agostino - prima dell'apertura
Chiostro di S. Agostino - prima dell'apertura

 

 

 

Patrocini

Delegazione provinciale FAI - Frosinone

 

 

 

 

 

con il contributo di (sponsor)

 

 

                                                                                   Claudio STRINATI Presidente onorario della Giuria

Patrocini

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito significa che approvi l'utilizzo dei cookie.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Premio Art-e, Accademia delle Arti, Piazza Plebiscito, 6 - 03029, Veroli (FR)